Pane fatto in casa: quale farina usare e come fare la pasta madre

L’uomo produceva già dalla notte dei tempi il pane facendo cuocere su pietre roventi un impasto di acqua e farina grossolana.

Oggi per ottenere il pane l’ingrediente principe è sempre la farina. In base al tipo di lavorazione delle materie prime, si ottengono farine di diversa qualità, dalle più raffinate a quelle integrali ricche di fibre. Le farine integrali sono ottenute dalla macinazione del chicco intero, compresa la crusca, e sono per questo più complete dal punto di vista nutrizionale.

La farina più adatta a fare il pane in casa è quella di frumento tipo 0, più ricca di minerali rispetto alla 00.

Sarebbe meglio utilizzare farina biologica macinata di fresco ottenuta con macine di pietra ( nel nostro paese, soprattutto nelle zone di campagna, anche al Nord, non è difficile trovare mulini che producono farina con queste macine). La farina macinata artigianalmente e fresca contiene ancora tutte le proprietà organolettiche e nutrizionali integre grazie alla macinazione lenta.

La lievitazione:

La lievitazione dell’impasto si ottiene aggiungendo lievito di birra o pasta madre.

Il lievito è reperibile i tutti i supermercati. Scegliete sempre quello più fresco. Il suo utilizzo è semplice: si scioglie in una tazza di acqua tiepida con qualche goccia di miele e si aggiunge alla farina.

Indicativamente per 1Kg di farina servono 25 grammi di lievito fresco.

La Pasta Madre, invece, può essere preparata in casa o acquistata secca in bustine.

Sia che si utilizzi il lievito di birra o la pasta madre occorre che, durante la preparazione dell’impasto, queste non vengano a contatto con il sale. Il sale verrà aggiunto per ultimo.

Cosa cambia? innanzitutto il sapore del pane.

Io preferisco la Pasta madre per il semplice motivo che mi fa provare l’emozione di fare il pane come dalla ‘notte dei tempi’…

Infine due parole su quale acqua utilizzare per l’impasto: per l’impasto si può utilizzare benissimo l’acqua del rubinetto a condizione che non contenga cloro.

Ecco fatto…e ora buon lunedì!

 

 

I commenti sono chiusi.