per la festa del papà

Idea regalo per la festa di papà: ‘i suoi primi passi’‘la manina sul tuo cuore’

LE ORIGINI:  Forse non tutti sanno che l’usanza di dedicare un giorno alla Festa del Papà come la celebriamo oggi viene dagli Stati Uniti e fu onorata per la prima volta nei primi anni del ’900, complementare alla festa della mamma per celebrare la paternità e i padri in generale.

LA tradizione vuole che…

In Sicilia si invitano i poveri a pranzo. Visto che poi il 19 marzo è a ridosso dell’inizio della primavera, verranno ad esso associati riti propiziatori per l’arrivo della bella stagione, come il classico falò da superare con un salto per bruciare tutta la negatività dell’inverno. Soprattutto nel Sud Italia, poi, si usano preparare alcuni dolci particolari, come le Zeppole di San Giuseppe, buonissime.
In Emilia Romagna, la notte del 19 marzo risplende di fuochi ( focherine, fogheracce e lom ad merz, che dir si voglia). Il rituale rievoca anche le origini cattoliche dell’evento, legate a San Giuseppe.  Il falò di fine inverno ha radici anche nella tradizione contadina, quando ad ardere erano i rami ricavati dalla potatura per favorire la migliore Primavera dal punto di vista climatico. C’erano fogheracce nelle aie, poi trasferite nei quartieri e ancora oggi sono tante le iniziative sul territorio.
(Queste informazioni le ho prese da questo link)

One thought on “per la festa del papà